Bentornati su Food-ID!

Questa settimana tratteremo un argomento piuttosto importante, che caratterizza molto la nostra Toscana nel mondo dell’agroalimentare.

Parleremo di specie animali ed erbacee a rischio d’estinzione e come è stato contrastato questo fenomeno.

Nel primo articolo incontrerete il simbolo per eccellenza della maremma, la Maremmana, una carne bovina robusta, con una tradizione sulle spalle e con grandi capacità nutritive.

Per le specie di razza animale, poi incontrerete una carne suina piuttosto famosa: la Cinta Senese, scoprirete le sue origini e il suo rigoroso disciplinare.

Ascolteremo la storia incredibile che ha salvato la pecora Zerasca dall’estinzione, donne che hanno dedicano la propria vita per non perdere una grande risorsa per il nostro territorio.

Un’altro articolo sarà dedicato  ad una specie marittima molto pregiata che rischia l’estinzione: il rombo Chiodato.

E come diceva Mahatma Gandhi:”Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno significa dimenticare se stessi.”

Per questo scoprirete come il Grano Rossetto è riuscito a superare l’abbandono con le sue grandi capacità.

Dulcis in fondo faremo visita a Lucca, città di grande tradizione agricola, scopriremo insieme come è stato riscoperto e salvaguardato negli anni il tipico fagiolo rosso lucchese a rischio d’estinzione.

La rubrica del vino si dedicherà alla valorizzazione della ricchezza più grande che gode il nostro paese, 545 specie vitivinicole autoctone, in pratica un territorio con una biodiversità immensa.

Arrivati alla fine vi lascio con una frase celebre di William Ruckelshaus :”La natura ci fornisce un pranzo gratis, ma solo se controlliamo i nostri appetiti.”

Alessia


Rispondi