Buongiorno popolo di Food-ID

Questa settimana abbiamo lasciato libere le teste dei nostri scrittori, non dedicandoci tutti ad un tema preciso.

Ci imbatteremo in usanze gastronomiche a dir poco “inusuali”, tutti penserete subito alla cucina orientale, invece scoprirete i cibi italiani più strani.

Vi mostreremo una pratica culinaria già utilizzata a fine ‘800 nel periodo precedente all’industrializzazione chiamata “Foraging”, ovvero raccogliere cibo selvatico e valorizzarlo in cucina.

Un altro articolo si dedicherà alla preparazione gastronomica più gustosa e pericolosa di tutte al livello nutritivo, La frittura.

Seguiremo con una tematica molto importante, ovvero l’impatto forte che ha il mondo della carne sul nostro pianeta, per questo la lettura vi spingerà a porvi delle domande ed ad essere consumatori più consapevoli.

Ascolteremo la grande storia dell’azienda vinicola “Amantis” nel grossetano, con un progetto lavorativo che rispetta l’ambiente a 360°, dando vita ad un vino di alta qualità.

Faremo poi un po’ di chiarezza nel mondo cerealicolo, scoprendo la differenza tra il grano duro e il grano tenero.

La rubrica del vino si dedicherà ai vini naturali, un “must” per il grande universo vitivinicolo degli ultimi tempi.

Infine vi lascio con una frase di Alessandro Borghese: “L’arte del cibo è un’avventura della mente”.

                                                                                                Alessia


Rispondi