Laura de Cesare – progetti tessuti a mano

Di Alessia D’Angelo (foto di Laura de Cesare)

A creare tessuti e tesserli sono capaci in tanti, ma realizzare intrecci particolari o interpretare e soprattutto fare ricerca sull’intreccio è più complesso ma è quello per cui si distingueLaura de Cesare – progetti tessuti a mano” da tutto il resto del mercato presente.

Un laboratorio artigianale di tessitura che nasce dalla passione e dedizione di Laura, designer di intrecci tessili.

La sua attività imprenditoriale nasce nel 2007 a Pisa, dopo anni di studi decide di mettere in pratica la sua passione, ovvero progettare e produrre tessuti e oggetti tessili su misura.

L’arte dell’Intreccio

La peculiarità del laboratorio “De Cesare” riguarda lo sviluppo e la realizzazione di un prodotto su misura nato dallo studio dell’intreccio e del colore più adatto ad ogni oggetto o capo da realizzare.

Una parte dell’attività è dedicata alla collaborazioni con designer e stilisti. Avendo modo di confrontarsi così con ipezzi grossi” dell’alta moda, con la possibilità di sviluppare la capacità di interpretare i codici di grandi designer trasformando spunti ed espirazioni in prodotti tessili.

Materiali pregiati

Un altro aspetto molto importante del laboratorio da evidenziare è la scelta dei materiali utilizzati. Il mercato oggi è molto vasto, possiamo trovare molti prodotti industriali e chimici, ma il laboratorio di Laura si contraddistingue nella scelta dei filati puntando sulla qualità del prodotti.

Infatti, vengono utilizzati prevalentemente fibre pregiate come il Cashmere (leggi qui l’articolo “Dalla soia al Cashmere… È un attimo!), la Seta, il Lino, la Canapa provenienti tutti da filiera corta o locale.

Il “mustdel laboratorio è la lana garfagnina, prodotta dalle nostre pecore locali, un materiale molto duttile e resistente, quasi plastico, con cui si realizzano molti capi, accessori e soprattutto grandi installazioni artistiche, coinvolte nella mostra personale di Laura de Cesare, “Codici Tessili”, svolta nel 2009.

L’utilizzo del vello della pecora garfagnina rientra in un percorso più ampio, intrapreso da un sempre più folto numero di allevatori e artigiani della filiera tessile, che hanno scelto e scelgono un percorso di filiera sostenibile.

Obbiettivi

Uno degli obbiettivi più importanti che il laboratorio di Laura si pone è la divulgazione del sapere come base per promuovere e sviluppare l’alta qualità della produzione artistica ed artigianale.

Guidata anche dalla figura di maestro artigiano che Laura ha assunto nel 2020, ponendo così lo spirito del laboratorio come luogo di studio e ricerca per chi condivide questa passione per l’arte tessile.

Realizzando corsi sia individuali che collettivi per chi si vuole approcciare al mondo della tessitura o per chi vuole approfondire le proprie conoscenze, dà anche la possibilità a chi cerca una posizione lavorativa in questo campo di integrarsi e collaborare con il laboratorio stesso.

L’anima dell’artigiano

Le sensazioni più importanti che ho percepito nel mio lungo percorso all’interno del Laboratorio sono legate alla passione e alla premura del lavoro manuale dell’artigiano.

Ciò che mi ha colpito più di tutto è la capacità di queste persone di avere calma e pazienza nel momento del lavoro, attraverso la cura del singolo filo che si intreccia dando vita ad un oggetto artistico o pratico.

Questo è quello che regala il laboratorio di Laura de Cesare e tutto il suo mondo, che fa parte dell’essere artigiano.


Rispondi